Xbox Series X

Il successore di Xbox One
Xbox Series X
Segui
9.7

Voto Fan

Microsoft ha tre focus principali per Xbox Series X e non ci sarà un Xbox vs PlayStation

Microsoft ha tre focus principali per Xbox Series X e non ci sarà un Xbox vs PlayStation

L’interessante intervista di Matt Booty, a capo degli Xbox Game Studios, ci fa notare come il colosso di Redmond abbia già ben chiari i piani da seguire per decretare il successo dell’attesissima Xbox Series X.

Come puntualizza Booty, Microsoft non è interessata in un testa a tesa con PlayStation e PS5 in particolare, piuttosto l’azienda ha tre obiettivi da seguire: non tradire le aspettative dei fan, qualità delle esclusive e la creazione di personaggi e ambienti coinvolgenti per i videogiocatori.

Queste le sue parole:

“Prima di tutto Sony ha svolto un lavoro fantastico sotto ogni punto di vista per quanto riguarda costruire un pubblico, vendere console e ovviamente realizzare un certo numero di giochi straordinari provenienti dai loro team first-party. Cerco di prendere le distanze dall’idea di inquadrare queste cose come un testa a testa con Sony, al contrario penso che stia a noi concentrarci su tre elementi.

“Primo: dobbiamo rispettare le promesse che facciamo quindi se dichiariamo che un gioco verrà pubblicato in un certo periodo dobbiamo farlo, dobbiamo essere migliori nell’eseguire le cose e portarle a termine. Poi dobbiamo essere certi di tenere alto il livello della qualità e di pubblicare giochi la cui natura di esclusive Xbox possa rendere orgogliosi noi e i fan.

“Come ultima cosa dobbiamo continuare a costruire personaggi, storie e mondi che possano trascendere generazioni, device e piattaforme. Sapete, se guardiamo a cose come ai personaggi Marvel o a Il Signore degli Anelli, quando furono creati nessuno sapeva che ci sarebbe stato qualcosa chiamato Netflix, eppure eccoci qua e quei mondi continuano a vivere. Penso che siamo fortunati ad avere mondi e universi come Halo, in cui sono presenti personaggi che possono supportare serie TV, libri, fumetti e tutti i tipi di giochi. Cose come Minecraft che possono raggiungere 23 piattaforme diverse ed essere presenti nelle scuole.

“Dobbiamo rimanere concentrati sul costruire questo genere di cose e penso che se realizzeremo questi tre obiettivi il resto verrà da sé”.

Lost Password