Xbox Scarlett

Il successore di Xbox One
Xbox Scarlett
Segui
9.5

Voto Fan

Xbox Scarlett, Anaconda, Lockhart, Anthem e GameCore: ecco come Microsoft si sta preparando alla next generation console

Xbox Scarlett, Anaconda, Lockhart, Anthem e GameCore: ecco come Microsoft si sta preparando alla next generation console

Ennesimo report da parte di Thurrott.com con il giornalista Brad Sams che ha portato alla luce nuove indiscrezioni sulla prossima iterazione di console Xbox.

Il prode Sams ha infatti pubblicato un interessantissimo articolo in cui tenta di fare un po’ di chiarezza sulla strategia che Microsoft adotterà con l’avvento di “Xbox Scarlett“.

E si tratta di una strategia discretamente complessa, con il colosso di Redmond che punta a quattro fasce di mercato introducendo ben quattro modelli di Xbox Scarlett, ognuna con un prezzo differente in base al “setup”, rispetto alle due precedenti varianti (console standard e console per il cloud).

Sams specifica ovviamente che questi sono i piani e in quanto tali potrebbero essere soggetti a modifiche e alcune cose concretizzarsi, altre un po’ meno considerando che l’uscita della nuova Xbox è prevista per il 2020 almeno.

Partiamo dunque dall’inizio: Xbox Scarlett è il nome scelto si per la prossima generazione di Xbox, ma è il nome che raccoglie una famiglia di dispositivi, come già chiarito in passato.

Questi dispositivi dovrebbero essere in tutto quattro, ossia Anaconda, Anaconda Cloud, Danta e Lockhart:

Xbox Scarlett

  • Anaconda sarebbe il successore di Xbox One X, ossia una console super performante completa di tutto. Non sarebbe quindi il nome del devkit next gen.
  • Lockhart sarebbe invece il successore di Xbox One S, quindi una console di nuova generazione (Scarlett) ma meno performante rispetto ad Anaconda.
  • Anaconda Cloud sarà la versione cloud del modello tradizionale. Avrebbe al suo interno chipset AMD Picasso.
  • Danta sarebbe invece il kit di sviluppo di Anaconda, ergo un hardware molto potente diretto ovviamente agli sviluppatori.

Xbox One rientrerà ancora nei piani di Microsoft, tanto che l’azienda si sta preparando a lanciare nuovi modelli (revisioni degli attuali più una One per il cloud gaming) già dal prossimo anno con Maverick, Anthem e il pacchetto completo Roma:

Xbox One

  • Maverick sarebbe una versione “light” dell’attuale modello di Xbox One, molto probabilmente One X, priva di lettore Blu Ray con l’uscita prevista per il 2019.
  • Anthem riguarderebbe, invece, una revisione di Xbox One S che sfrutterà il cloud gaming, ossia Project xCloud. Una console “basilare” che scaricherà sul cloud gran parte dei calcoli computazionali. Dovrebbe vedere la luce in due varianti, ossia Anthem e Anthem V2 (più economica).
  • Roma è il nome dato da Microsoft a Xbox One S e Xbox One X con l’integrazione però di tutti i servizi digitali in abbonamento, ossia Xbox Live Gold e Xbox Game Pass offerti ad un prezzo vantaggioso.

Xbox Scarlett, come previsto e già ampiamente dibattuto, monterà al suo interno chipset AMD customizzato da Microsoft che farà leva sugli ultimi derivati della tecnologia, ossia CPU Ryzen 2 e GPU Navi. I dettagli, tuttavia, sono ancora scarsi.

Infine c’è GameCore, evoluzione diretta di UWP (Unified Windows Platform) che permetterà, vista l’integrazione delle stesse API per Windows 10 e Xbox Scarlett (possibilmente inclusa Xbox One), di utilizzare i medesimi asset con risparmio di tempo degli sviluppatori che dovranno, essenzialmente, utilizzare un solo codice anziché due varianti.

Videogiocatore di vecchia data, si avvicina al mondo videoludico grazie a suo papà Mauro, anch'egli giocatore dei primi anni '80. Marco da quel momento in poi ha portato avanti quella passione, fino ad oggi, diventando un fan incallito di Xbox, nonostante un passato recente di videogiocatore a tutto tondo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Lost Password