Star Wars: Battlefront 2

E' Star Wars!
PC Xbox One Xbox One X
Segui Acquista su Amazon

Electronic Arts fa “mea culpa”: “Abbiamo compromesso la nostra immagine con le microtransazioni”

Scotta ancora il disastro di Star Wars: Battlefront 2.

Electronic Arts fa “mea culpa”: “Abbiamo compromesso la nostra immagine con le microtransazioni”

Il chief design officer di Electronic Arts, Patrick Soderlund, è tornato a parlare del disastroso lancio di Star Wars: Battlefront 2 minato dalla terribile inclusione delle microtransazioni (sblocco di personaggi e gadget via loot boxes a pagamento…).

Una “manovra” che è costata molto ad EA in termini di “immagine”:

“Mentirei, se vi dicessi che tutto quello che è successo su Battlefront e riguardo alle loot box e queste cose qui non ha avuto effetti su EA come compagnia, oltre che su di noi come managament”.

Come compagnia, abbiamo quindi fatto dei significativi passi in avanti per rivalutare e comprendere le meccaniche che riguardano la monetizzazione, le loot box e altre cose presenti nei nostri giochi, prima che questi arrivino sul mercato. Per i nostri prossimi giochi in uscita, come il nuovo Battlefield e Anthem, i giocatori hanno fatto capire molto chiaramente che non possiamo per niente permetterci di commettere di nuovo simili errori. E non lo faremo”.

“Per noi è abbastanza chiaro che i giocatori vedano la compagnia in modo differente, rispetto a come la vediamo noi. In questo contesto, come membro dell’esecutivo, come quello che gestisce i nostri studi, devo prendere la situazione molto seriamente”.

Scrittore di successo, filosofo, videogiocatore sin dalla notte dei tempi. Tra un libro e un altro si diletta a sfogare la sua ira ludica prettamente su PC, nonostante un passato di grandissimo estimatore di Xbox.

Lost Password